CARLO VERDONE CARRIERA E VITA PRIVATA - Carlo Verdone torna al cinema, dall’11 gennaio, con Benedetta Follia. Una pellicola scritta, diretta e interpretata da Carlo Verdone, nella quale il grande attore reciterà insieme ad Ilenia Pastorelli, Maria Pia Calzone e Lucrezia Lante della Rovere. Da sempre, possiamo dire, Verdone ha affiancato la carriera di regista a quella di attore, non con pochi risultati.

Ma ripercorriamo insieme l’invidiabile carriera del regista e attore romano, svelando anche qualche curiosità sulla sua vita privata:

Carlo Verdone biografia

Nato a Roma il 17 novembre 1950, Carlo Verdone il cinema ce l’ha nel sangue da sempre. Il padre, Mario Verdone, era un noto storico del cinema, nonché docente universitario, dirigente, per lungo tempo del Centro sperimentale di cinematografia e amico di personalità di spicco del cinema come Pasolini, Zeffirelli, Fellini, Rossellini, De Sica e altri ancora. Proprio lui ha avvicinato il figlio Carlo a questo mondo, quando era ancora un bambino. La predilezione per il cinema è stata naturale, dunque, per Verdone che, sin da giovane, si divertiva a proiettare film sperimentali, insieme al fratello Luca, di fronte ad un pubblico di amici e parenti.

Carlo Verdone e il primo cortometraggio

Il primo cortometraggio di Carlo Verdone risale al 1971, quando il romano comprò una videocamera a 70mila lire da Isabella Rossellini e girò “Poesia Solare”, un corto influenzato dalla cultura sessantottina e accompagnato dai brani dei Pink Floyd e dei Grateful Dead. L’anno dopo è quello del secondo cortometraggio “Allegoria di primavera”. Nel 1973 arriva anche il terzo “Elegia notturna”. Nel frattempo, nel 1972, Carlo Verdone si iscrive anche al Centro Sperimentale di Cinematografia, ottenendo il diploma di regia due anni dopo.

Foto Kikapress

 

Carlo Verdone e le imitazioni

Per anni le sue imitazioni e le sue capacità vocali sono rimaste nascoste a tutti, esclusi parenti e compagni del liceo. Poi, sempre all’inizio degli anni ’70, fu un’esperienza di animatore-burattinaio all’Opera dei Burattini di Maria Signorelli a farle emergere e diventare uno dei punti di forza di Carlo Verdone, come ben sappiamo.

Carlo Verdone attore e aiuto regista

La carriera di Verdone ha preso il via verso la fine degli anni ’70. In quegli anni, oltre a laurearsi in Lettere moderne, Verdone ha iniziato a fare l’attore presso il Gruppo Teatro Arte, diretto dal fratello Luca Verdone, per poi iniziare a fare qualche esperienza come aiuto regista. Il primo film in cui Verdone ha collaborato è stato “Quel movimento che mi piace tanto”, commedia erotica italiana degli anni ’70. Nel frattempo ha iniziato qualche collaborazione come assistente alla regia con Zeffirelli. La fortuna di Carlo Verdone è però arrivata con Tali e quali, spettacolo teatrale nel quale interpretava 12 personaggi diversi, poi riapparsi nella serie tv Non stop e in alcuni dei suoi film.

Carlo Verdone e Sergio Leone

Sicuramente uno degli incontri più importanti per Carlo Verdone è stato quello con Sergio Leone. Con lui ha realizzato Un sacco bello e Bianco, Rosso e Verdone. Due pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano e incoronato Verdone come uno degli attori migliori e più amati dal pubblico. Attraverso Sergio Leone, l’attore e regista romano ha avuto anche l’opportunità di conoscere gli sceneggiatori Leo Benvenuti e Piero De Bernardi con i quali ha collaborato fino alla loro morte.

Carlo Verdone vita privata, famiglia ed ex moglie

Carlo Verdone è fratello del regista Luca e di Silvia, che è la moglie di Christian De Sica. Nel 1980, si è sposato con Gianna Scarpelli, dalla quale si è separato nel 1996. Dalla coppia sono nati due figli Giulia (1986) e Paolo (1988). La prima è apparsa in Al lupo al lupo e in Viaggi di nozze. Il secondo è apparso in Grande, grosso e … Verdone e in Io, loro e Lara e ha avuto un ruolo un po’ più importante in Posti in piedi in paradiso.

Carlo Verdone tutti i film

Inarrestabile. Così si potrebbe definire Carlo Verdone che con i suoi film ha inondato il cinema italiano dagli anni ’70 ad oggi. Dal 1979 al 2014 ha scritto, diretto ed interpretato 25 pellicole. Ha dedicato un film ad Alberto Sordi ("Alberto il Grande") e, soltanto come attore, è stato protagonista di altre 10 pellicole, tra le quali In viaggio con papà, con il grande Albertone e La grande bellezza di Paolo Sorrentino, per citare i più importanti. Negli ultimi anni ha recitato con alcuni degli attori più in voga e, soprattutto, più bravi del momento, come Paola Cortellesi, Micaela Ramazzotti, Marco Giallini fino ad arrivare a recitare in coppia con Antonio Albanese, nel film del 2016, L’abbiamo fatta grossa. Nel 2018 torna al cinema con l’attrice emergente Ilenia Pastorelli (ex Grande Fratello, già attrice di Lo chiamavano Jeeg Robot) in Benedetta Follia.

Carlo Verdone, premi e riconoscimenti

La lunga e bellissima carriera di Carlo Verdone è stata festeggiata nel 2013 con il documentario “Carlo!”, presentato al Festival di Roma e uscito anche in dvd che ha raccolto tutti i suoi più grandi successi. In questi anni la bravura di Verdone è stata abbondantemente premiata con David di Donatello, Nastri d’Argento e tanto altro. Ma, per il grande Carlo Verdone, i riconoscimenti non sono mai abbastanza. C’è chi lo definisce il degno erede di Alberto Sordi. Come dargli torto?

 

Per saperne di più:

Carlo Verdone su Facebook