GENE WILDER 10 COSE SU DI LUI - Un altro colosso del cinema internazionale che se ne va. Gene Wilder, icona della commedia americana, a tutti noto per aver interpretato il Dottor Frankeinstein in Frankeinstein Junior e Willy Wonka in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato del 1971, è morto all'età di 83 anni, dopo aver resistito a lungo all'Alzheimer, di cui era malato dal 1989. A dare la triste notizia è stato il nipote dell'attore e sceneggiatore statunitense, Walker-Pearlman. Una perdita che lascia un vuoto nel mondo del cinema e dello spettacolo, perché Gene Wilder è stato senza dubbio uno degli artisti più eclettici, più versatili, più comici e più amati di tutti i tempi.

Ecco 10 motivi per cui non ci dimenticheremo mai di Gene Wilder:

1. L'esordio al teatro

La carriera d'oro di Gene Wilder ebbe inizio al teatro, dapprima in teatri di periferia e in spettacoli di secondo livello, fino a conquistare, nel 1963, il ruolo principale nello spettacolo Madre Coraggio e i suoi figli, accanto ad Anne Bancroft, la quale gli presentò, proprio in tale occasione, il fidanzato (poi diventato marito) Mel Brooks, col quale sarebbe nata una fortunatissima collaborazione artistica, ma anche un'amicizia durata tutta la vita.

2. Il suo primo film

Il debutto sul grande schermo arrivò nel 1967 con il film Gangster Story di Arthur Penn, ma non era ancora questo il momento della svolta.

3. Il feeling con Mel Brooks

Proprio l'incontro con Mel Brooks fu quello che cambiò la vita di Gene Wilder. Il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico rimase colpito dalle capacità dell'americano che, presto, divenne uno dei suoi attori preferiti, tanto da essere scritturato nel cast di Primavera per Hitler e di Per favore, non toccate le vecchiette; proprio per quest'ultima interpretazione, Wilder ricevette la nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista.

4. La passione per la scherma

Da ragazzo, Jerome Silberman (questo era il vero nome di Gene Wilder) si trasferì dal Wisconsin in Inghilterra, dove frequentò la Bristol Old Vic Theatre School. In quel periodo di avvicinò alla scherma, appassionandosi a questa disciplina al punto da iniziare ad insegnarla per guadagnare qualcosa e mantenersi.

Foto Kikapress

5. I premi vinti

Un attore del calibro di Gene Wilder non poteva dire addio al mondo del cinema senza aver portato a casa almeno una statuetta: l'attore si è aggiudicato il premio Oscar per la Miglior sceneggiatura per Frankeinstein Junior, scritta a quattro mani proprio con Brooks. Era il 1974.

6. Il successo con Woody Allen

Gene Wilder divenne un volto noto e apprezzato da tutti gli amanti del cinema anche grazie a Woody Allen che, nel 1972, lo scelse per interpretare uno degli episodi più divertenti di Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere).

7. La morte della moglie

Il 20 maggio 1989, un evento buio segnò per sempre Gene Wilder: la terza moglie, Gilda Radner, morì a causa di un tumore. Proprio in seguito a questo triste episodio, l'attore decise di fondare il Gilda's Club, associazione per la ricerca contro il cancro.

8. Gli ultimi film prima del ritiro

Nel 1999 Gene Wilder tornò in scena nell'adattamento televisivo di Alice nel paese delle meraviglie e nei polizieschi The Lady in Question e Murder in a Small Town sceneggiati proprio da lui. Nel 2002 comparse nel telefilm Will & Grace come guest star: è stata questa l'ultima apparizione prima del ritiro definitivo dal piccolo e dal grande schermo.

9. Le cause del ritiro

A costringerlo al ritiro fu la comparsa di un linfoma che lo portò a sottoporsi alla chemioterapia; poi l'Alzheimer che lo ha consumato fino alla morte.

10. I libri scritti da lui

Oltre ad essere attore e sceneggiatore, Gene Wilder si è calato nei panni di scrittore: nel 2005 ha pubblicato un libro di sue memorie dal titolo Baciami come uno sconosciuto, nel 2007 è stata la volta del suo primo romanzo, La mia puttana francese e nel 2008 è arrivato anche il secondo, The woman wou wouldn't. Infine, nel 2010, l'attore ha pubblicato una raccolta di storie intitolate What is this thing called love?

.