MANUEL AGNELLI AFTERHOURS X-FACTOR - Uno dei nuovi giudici dell'edizione di X-Factor 10 targato Sky è Manuel Agnelli. Il cantante, scrittore e produttore 50enne di origini milanesi non è molto conosciuto dal pubblico televisivo, anzi, diciamo pure che parecchi fans del programma non sanno chi sia.

LEGGI ANCHE: Morgan lascia X-Factor

Afterhours inizi carriera

Nel 1997 Manuel Agnelli e gli Afterhours arrivano al pubblico che segue il rock alternativo con l'album Hai paura del buio. Prodotto da Mescal, permette alla band di diventare una delle bandiere del rock italiano. Due anni dopo esce l'album un po' più pop Non è per sempre e oltre a Dario Ciffo, Manuel Agnelli, Andrea Viti e Xabier Iriondo arriva Roberta Castoldi al violoncello. 

Segue un album live, perché "Il pubblico è una parte insostituibile di noi. E credo che realizzare un disco con il pubblico dentro sia riconoscere questo fatto è stato il motivo principale che ci ha spinto a registrare quest'album. Il pubblico è una parte fondamentale e imprescindibile del nostro progetto, perché il nostro all'80 per cento è un progetto live. Perché noi viviamo di quello e su quello".

Manuel crede talmente tanto nel live che nel 2001 fonda il Tora!Tora! Festival che ha portato in giro per l'Italia parecchie band della scena indie rock italiana, come i Massimo Volume e Marlene Kuntz.

Manuel e gli Afterhours, a giugno il nuovo album

Dopo altri 4 album, la band è attualmente composta da Manuel Agnelli Manuel Agnellli, Roberto Dell’Era al basso, Rodrigo D’Erasmo al violino, Xabier Iriondo  e Stefano Pilia chitarre, Fabio Rondanini alla batteria. Il nuovo album, a cui seguirà un tour estivo in tutta Italia, esce a giugno 2016

Manuel Agnelli e la televisione

Manuel non ha mai rifiutato in toto la televisione come alcuni suoi colleghi della scena rock, andando anche a Sanremo per promuovere il progetto Il paese è reale, collaborazione con 18 artisti italiani di due anni fa.

Poco tempo fa a Repubblica ha parlato di talent: "Bisogna usare i mezzi che si hanno a disposizione. Lo scorso anno mi hanno proposto di fare il giudice a un talent e ho rifiutato. Ma ci sto ripensando: non ho paura di affrontare cose del genere se posso usarle per qualcosa di importante. Il peso mediatico, lo sappiamo, è forza e la televisione è ancora l'unica che ti può far fare quel salto. Non credo più nella riserva indiana del 'programma di qualità': se ne parla da troppi anni e non succede mai niente. L'alternativa non esiste più: è solo una parola vuota che definisce un genere musicale e non è neppure un genere musicale più libero degli altri. Oggi, anzi, è sempre più spesso vincolato a egoismi e a un'estetizzazione estenuata, è solo moda, non è neanche più un'attitudine. Bisogna andare dove c'è la gente ma naturalmente portando se stessi" ha detto.

Manuel Agnelli vita privata

Il cantante ha una famiglia, ma tiene molto alla privacy. Ha anche una figlia di nome Emma, nata a 8 anni fa dalla moglie Francesca. Agnelli e famiglia vivono fuori Milano, dove il cantante è nato. E' tifoso dell'Inter da sempre.

Manuel è molto attivo nel cercare di promuovere la cultura e non solo la musica. Ha ideato uno spettacolo itinerante, Hai paura del buio, che dal 2013 gira per l'Italia e che coinvolte videoartisti, pittori, musicisti e attori.