UN POSTO AL SOLE, 20 ANNI DI SOAP OPERA - Un posto al sole compie 20 anni. La soap opera italiana più longeva di sempre, infatti, è andata in onda, per la prima volta, il 21 ottobre del 1996 e, ad oggi, resta il programma più seguito di Raitre dopo Chi l'ha visto. Andiamo allora a ripercorrere la storia e il successo della serie al 100 per cento made in Italy in questi 10 punti:

Tutto ebbe inizio con un funerale

Fu il funerale del conte Palladini, quel 21 ottobre 1996, ad inaugurare ufficialmente Un posto al sole. Proprio da quel funerale, puntata dopo puntata, si sarebbero sviluppate storie, intrighi amorosi, questioni familiari di un gruppo di condomini napoletani.

La soap di Posillipo

Da molti soprannominata anche Upas - abbreviazione spesso utilizzata per le fiction americane - Un posto al sole è una soap opera ambientata a Posillipo (Napoli), nel condominio gestito dal portiere Raffaele. Un palazzo che nasconde mille segreti.

Foto Ansa

La fiction dei temi sociali

Un posto al sole ha una particolarità, che è anche tra le chiavi del suo successo: quella di trattare non solo intrighi amorosi, vendette, tradimenti e vicissitudini familiari, ma anche temi sociali di un certo rilievo, come la camorra, le violenze, le crisi di panico, problematiche delle quali difficilmente altre soap opera italiane parlano.

LEGGI ANCHE: INCIDENTE PER MARINA GIULIA CAVALLI DI UN POSTO AL SOLE

Quei panorami mozzafiato

Anche l'occhio vuole la sua parte e poter guardare una fiction ambientata a Napoli permette di rilassare la mente e anche gli occhi, con panorami mozzafiato sul golfo della città partenopea. Un Posto al sole, infatti, è girata e montata tutta a Napoli (Posillipo e non solo) e, ogni settimana, vengono confezionate circa 5 puntate.

L'altra faccia di Napoli

Tra gli aspetti di Upas che i telespettatori apprezzano da 20 anni, c'è anche quello di valorizzare la città di Napoli e di non mostrarne solo i lati negativi. C'è il camorrista, certo, c'è la violenza, ci sono i fatti di cronaca nera, ma c'è anche tanta brava gente e la soap opera di Raitre lo mette ben in evidenza.

LEGGI ANCHE: LUTTO AD UN POSTO AL SOLE

Gli attori cresciuti sul set di Un posto al sole

Spettatori e protagonisti sono cresciuti con Un posto al sole. Nella fiction che vedevano le nostre nonne, le nostre mamme ed ora noi, infatti, ci sono personaggi che non hanno mai lasciato il set. Luca Turco (Niko), ad esempio, ha debuttato nel condominio di Upas che aveva solo 9 anni, oggi ne ha 26 e come lui molti altri.

L'ilarità al centro

Sebbene Un posto al sole affronti anche tematiche serie e fatti di cronaca nera, non manca mai l'occasione per una sana risata. Attori come Patrizio Rispo e Marzio Honorato, che rispettivamente interpretano Raffaele Giordano e Renato Poggi, sono stati scelti proprio per le loro doti comiche e i loro sketch ricordano molto quelli tra Totò e Peppino De Filippo. Impossibile non sorridere con i loro botta e risposta.

Personaggi, guest e guest star

Il cast di Un posto al sole, in questi 20 anni, è stato sempre molto ricco e precisamente è organizzato in questo modo: ci sono 17 personaggi protagonisti, una serie di guest, ossia di attori secondari che recitano nella soap per un breve periodo (tra le guest ci sono stati, ad esempio, Laura Chiatti, Martina Melani, Massimo Poggio) e numerose guest star, ossia personaggi, per lo più famosi anche nella vita reale, che partecipano solo ad una puntata.

Lodovica Comello guest star per i 20 anni

Guest star della puntata di Un posto al sole per festeggiare 20 anni dalla prima messa in onda, ad esempio è stata Lodovica Comello.

La nuova sigla

In questi 20 anni di soap, solo una volta è cambiata la sigla di Un posto al sole: dal 18 maggio del 2015, la storica sigla di Upas è stata sostituita: quella nuova, oltre a mostrare gli attori protagonisti, mette in evidenza alcuni dei più bei monumenti di Napoli.

Per saperne di più:

Un posto al sole su Facebook