FABRIZIO MORO, CARRIERA E VITA PRIVATA - Tra i 22 Big in gara a Sanremo 2017, ci sarà anche Fabrizio Moro. Il cantautore romano, come lui stesso ha scritto su Facebook, tornerà lì dove tutto è iniziato, lì dove, con Un giorno senza fine, prima e con Pensa, qualche anno dopo, la sua carriera avrebbe spiccato il volo. Sul palco dell’Ariston, questa volta, Fabrizio Moro porterà un brano dal titolo Portami via. In attesa di vedere la sua esibizione al Festival di Sanremo 2017, vi sveliamo 10 cose che potreste non sapere su di lui.

L’infanzia e l’adolescenza romana

Fabrizio Moro è nato a Roma, nella zona di San Basilio, nel 1975, per poi trasferirsi per un periodo a Setteville di Guidonia, fino a stabilirsi con tutta la famiglia a Sant’Angelo Romano. Il cantante ha studiato presso l’Istituto per la cinematografia e la televisione, ma la vera scuola per Moro è stata la periferia, anche ispiratrice della maggior parte dei suoi testi.

Le prime esibizioni

Da ragazzo, prima di arrivare a Sanremo, Fabrizio Moro si è esibito per diverso tempo nei pub del suo paese con giovani band del posto, cantando brani degli U2, dei Doors e dei Guns N’ Roses.

Foto Kikapress

I due Sanremo Giovani

Il primo Sanremo, per Fabrizio Moro, arrivò a 25 anni. Nel 2000, nella categoria giovani, il romano si esibì in Un giorno senza fine, ottenendo solo un tredicesimo posto. Nel 2007, però, nuovamente sul palco dell’Ariston, Fabrizio Moro colpì tutti con Pensa, canzone che gli fece aggiudicare la vittoria e il premio della critica intitolato a Mia Martini.

Il primo Sanremo Big

Un anno dopo, nel 2008, Fabrizio Moro partecipò nuovamente a Sanremo nella categoria Big, conquistando il terzo posto con Eppure mi hai cambiato la vita.

Fabrizio Moro e l’esordio da autore

Dopo essere diventato un amato cantante, Fabrizio Moro ha intrapreso anche la sua carriera da autore di brani per importanti cantanti italiani: ha scritto Sono solo parole per Noemi, La mia felicità per Emma e vari testi per gli Stadio, per Valerio Scanu e addirittura per Fiorella Mannoia che competerà con lui a Sanremo 2017.

LEGGI ANCHE: FIORELLA MANNOIA, CARRIERA E VITA PRIVATA

Insegnante ad Amici

Dal 2015, Fabrizio Moro è entrato a far parte della squadra dei professori di Amici, in qualità di insegnante di canto.

La canzone per Elodie

Nel 2016, nel corso del talent show di Maria De Filippi, Fabrizio Moro ha presentato il suo inedito Un’altra vita, assegnato ad Elodie (anche lei a Sanremo 2017).

LEGGI ANCHE: 10 COSE SU ELODIE

La passione indie-rock

Tra i generi musicali che più ama Fabrizio Moro, c’è anche l’indie rock: nel 2013 il cantante ha scritto e cantato il brano Crotone per il gruppo indie-rock Il parto delle nuvole pesanti e ha collaborato al album dei Kutso con Pier Cortese, Pierluigi Ferrantini (dei Velvet) e Adriano Bono (dei Radici nel Cemento).

Fabrizio Moro e la compagna

Non parla spesso della sua vita privata Fabrizio Moro, ma a volte ne rivela qualcosa nella sue canzoni. Da molti anni è sentimentalmente legato a Giada, compagna insostituibile e della quale è innamoratissimo, al punto da averle dedicato il brano Il senso di ogni cosa.

Fabrizio Moro e i figli

Dall’amore grande tra Fabrizio Moro e Giada, sono nati due figli, Libero e Anita. Il primogenito è nato nel 2009, la seconda nel 2013. “Gli insegnerò cos’è la libertà di pensiero, la libertà di scegliere. La nostra generazione è ‘malata’, svogliata, inquieta, non ha esempi da seguire. Quella che genereremo noi dovrà per forza essere migliore”, ha dichiarato tempo fa in un’intervista a Famiglia Cristiana Fabrizio Moro, spiegando perché ha chiamato il primo figlio Libero.

Per saperne di più:

Fabrizio Moro su Instagram

Fabrizio Moro su Facebook