MARILYN MANSON, CARRIERA E VITA PRIVATA - Marilyn Manson è stato ospite nella prima puntata della seconda edizione di Music, varietà musicale condotto da Paolo Bonolis. La notizia della sua partecipazione ha scatenato una serie di polemiche. D’altronde non nuove, visto che il cantante statunitense ha da sempre generato critiche e indignazione a causa del suo essere tanto trasgressivo, eversivo, diverso da tutti gli altri.

Ripercorriamo, dunque, insieme, la vita di Marilyn Manson, il cosidetto "satanista" del panorama musicale internazionale.

Chi è Marilyn Manson

Marilyn Manson è nato a Canton, nell’Ohio, nel 1969. Il suo vero nome è Brian Hugh Warner. Il suo nome d’arte, invece, nasce dall’unione dei nomi di due icone degli anni ’60: Marilyn è ispirato a Marilyn Monroe, Manson al serial killer Charles Manson. Già con questo nome, infatti, il cantante volle trasmettere sin da subito un messaggio di sovversività, sottolineando la dicotomia della società.

Marilyn Manson, rapporto con il padre

L’infanzia di Marilyn Manson non è stata come quella dei suoi coetanei. Sin da piccolo non ebbe un buon rapporto con il padre che era spesso assente e, quando c’era, usava modi violenti contro il figlio. Il nonno, invece, era un pervertito sessuale e questo segnò fortemente la sua infanzia. Anche per questo i genitori decisero di iscriverlo ad un istituto cristiano cattolico che, però, su Brian, ebbe un effetto controproducente. Proprio stando a contatto quotidiano con l’insegnamento della dottrina cattolica estremizzata, il ragazzo decise di intraprendere la strada opposta, quella del satanismo. Fece di tutto per farsi espellere, ma non ci riuscì. Solo il trasferimento della sua famiglia in Florida gli diede modo di abbandonare quella scuola.

Foto Kikapress

Marilyn Manson, poesia, giornalismo e musica

Trasferitosi in Florida, Marilyn Manson trovò la “sua” libertà. Iniziò a scrivere poesie e racconti e riuscì ad essere assunto dalla rivista musicale 25th Parallel, scrivendo di spettacoli. Questo posto lo mise in contatto con alcuni importanti artisti, del calibro di Debbie Harry, Red Hot Chili Peppers e Trent Reznor (che poi sarebbe diventato il suo produttore discografico). Con il giornalismo e con le sue poesie, però, Manson non riusciva a crescere, per questo decise di lanciarsi in una nuova avventura: la poesia musicale. Mise su, nel 1989, il gruppo Marilyn Manson & The Spooky Kids, il cui nome sarebbe poi cambiato in Marilyn Manson nel 1992.

Marilyn Manson e il satanismo

Nel 1994 fu Anton S. la Vey, il capo della chiesa di satana americana a voler incontrare Marylin Manson per nominarlo, successivamente, Ministro della chiesa di satana d’America. Manson, però, in tale occasione, ci tenne a sottolineare che per lui satana non esiste e che pertanto non potrà mai essere un suo adoratore. Per Marilyn Manson, infatti, il satanismo “è l'adorazione di noi stessi, responsabili del nostro bene e del nostro male".

Marilyn Manson il successo, tra musica e cinema

Il primo disco di Marilyn Manson, prodotto da Trent Reznor, fu Portrait of an American Family, al quale fece seguito Antichrist Superstar. La band cominciò ad avere successo negli Stati Uniti. Successivamente Mr Manson passò anche alla produzione discografica e apparse nel video di Eminem The Way I Am. Nel 1997 Manson ha esordito anche come attore nel film Strade perdute di David Lynch, in cui interpretava un attore pornografico. Successivamente è apparso in Party Monster, Aniche cattive, Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, La setta delle tenebre e altri ancora. Ha fatto delle apparizioni anche in versione “cartone animato”, in Clone High e I Griffin e ha partecipato alla serie Celebrity Deathmatch, in onda su Mtv.

Marilyn Manson versione videogioco

Marilyn Manson è apparso anche in versione videogioco in Celebrity Deathmatch. Un Marilyn Manson in plastilina che combatteva contro altri personaggi del mondo vip.

Marilyn Manson e Dita von Teese

Il 28 novembre del 2005, Marilyn Manson si è sposato con la modella di burlesque nota a livello internazionale Dita von Teese. I due hanno celebrato prima una cerimonia privata nella loro casa e poi una cerimonia pubblica il successivo 3 dicembre, in Irlanda, nel Gurteen Castle. Il 30 dicembre 2006, però, poco più di un anno dopo, Dita von Teese volle il divorzio. La motivazione data furono “divergenze inconciliabili”. Secondo alcune indiscrezioni pubblicate da varie riviste, sembra che Manson avesse vari incontri extraconiugali. Uno di questi con l’attrice Evan Rachel Wood con la quale in seguito avrebbe avuto una relazione. Ma tra le cause del divorzio sembra ci fosse anche l’abuso di alcolici da parte del cantante. Il divorzio ufficiale della coppia avvenne il 27 dicembre 2007 a Los Angeles.

.