ROBBIE WILLIAMS, CARRIERA E VITA PRIVATA - Il 14 luglio a Verona, il 15 luglio al Lucca Summer Festival e il 17 al Collisioni Festival di Barolo: queste le date italiane del nuovo tour di Robbie Williams The Heavy Entertainment Show”. Ripercorriamo insieme tutta la fortunata carriera di Robbie Williams, svelandovi 10 cose su di lui che potreste non sapere.

Il vero nome di Robbie Williams

Tutti lo conosciamo come Robbie, ma, in realtà, il suo nome per estaso è Robert Peter Williams. Il cantante è nato il 13 febbraio 1974 a Stoke-on Trent, paesino nel nord dell’Inghilterra dove è molto amato ancora oggi, tanto che a lui sono state intitolate strade e parchi e a suo nome sono stati istituito anche diversi festival.

Robbie Williams non ha la patente

Ma come? Direte. Un ragazzo sveglio come lui non sa guidare la macchina? Ebbene sì. Forse proprio perché la carriera lo ha rapito quando era ancora un ragazzo, Robbie Williams non ha mai sostenuto l’esame di guida.

Foto Kikapress

Tutti i lavori di Robbie Williams

È vero, la sua carriera con i Take That è iniziata quando era poco più che un ragazzino, eppure, nella sua vita, Robbie Williams ha svolto anche altri lavori. Per un periodo ha fatto il venditore porta a porta di finestre e il fiorista.

Robbie Williams e i Take That

Il percorso musicale di Robbie Williams è iniziato proprio con i Take That nel 1990, quando il cantante emergente aveva solo 16 anni. Il suo ingresso nel gruppo pop britannico – che avrebbe ottenuto successivamente un grande successo – Robbie Williams lo deve alla mamma: fu proprio lei a leggere un annuncio su un giornale e a spingere il figlio a presentarsi alle audizioni.

Robbie Williams e la carriera da solista

Nel 1995, Robbie Williams lasciò i Take That per intraprendere la carriera da solista, ma per farlo dovette pagare una cauzione di 1,5 milioni di sterline. Il periodo successivo al suo abbandono della band non fu semplice per il cantante inglese. Robbie Williams ebbe problemi di alcol e di droghe e ingrassò moltissimo. In questo stesso periodo ebbe anche un’accesa discussione con gli Oasis, e Liam Gallagher iniziò a chiamarlo “il ballerino obeso dei Take That”. Nessuno avrebbe mai scommesso sulla sua carriera da solista, invece, da lì a poco, Robbie Williams si riprese, iniziando a scrivere una nuova pagina fatta di album e concerti dal successo smisurato.

Robbie Williams e il contratto da 80 milioni

Il successo ottenuto da solista, fece portare a casa a Robbie Williams, nel 2002, un contratto con la EMI del valore di 80 milioni di sterline.

Quanti album ha venduto Robbie Williams

Nel corso della sua carriera, il cantante britannico ha venduto ben 70 milioni di dischi in tutto il mondo. In molti lo hanno definito il cantante campione di vendite al mondo. Il suo nome è anche nel libro dei Guinness dei primati per aver venduto oltre 1milioni e 600 mila biglietti per il Close Encounters tour in un solo giorno.

Tutte le donne di Robbie Williams

Robbie Williams ha avuto molte storie dall’inizio del successo ad oggi. Tante sono le donne che hanno girato intorno all’affascinante cantante, da Cameron Diaz ad Anna Fried, da Nicole Appleton a Mel C e Geri Haliwell (entrambe ex Spice Girls).

Robbie Williams, moglie e figli

Nel 2010, poi Robbie Williams ha sposato l’attrice Ayda Field, con la quale ha avuto due figli, Theodora Rose (2012) e Charlton Valentine (2014).

Tutti i tatuaggi di Robbie Williams

Numerare i tatuaggi di Robbie Williams è davvero dura perché sono moltissimi. Alcuni, però, sono diventati famosi e sono stati spesso copiati. Il cantante ha, ad esempio, la A di Ayda sull’anulare sinistro, un tribale Maori sulla spalla destra, due rondini sullo stomaco, gli spartiti di Al You need is Love dei Beatles sulla schiena, un teddy bear che indossa una t-shirt con la lettere T (iniziale del nome della figlia) e tanti, tanti altri tattoo.

Per saperne di più:

Robbie Williams su Instagram

Robbie Williams su Facebook