ALESSIO BONI, CARRIERA E VITA PRIVATA - Alessio Boni è il protagonista della nuova serie tv La strada di casa, in onda su Raiuno da martedì 14 novembre. Una fiction che lega il giallo ai sentimenti di una famiglia e che vede nel cast anche Lucrezia Lante della Rovere e Thomas Trabacchi.

Dopo aver interpretato tanti ruoli diversi, questa volta Boni è un padre di famiglia e il proprietario di una grande azienda che, dopo un incidente entra in coma. Al suo risveglio, dopo 5 anni, tutto è cambiato e dovrà fare i conti con una nuova vita. Ma andiamo a conoscere meglio chi è Alessio Boni e quante cose ha fatto dall’inizio della sua carriera fino ad oggi.

Chi è Alessio Boni

Alessio Boni è nato nel 1966 vicino al Lago d’Iseo, in Lombardia, da una famiglia umile (padre artigiano e madre casalinga). Ha due fratelli, uno maggiore e uno minore e ha iniziato a lavorare quando ancora era un ragazzo. A 14 anni cominciò a lavorare come piastrellista insieme a padre, successivamente entrò in Polizia e vi restò per un anno e mezzo, per poi partire, a 20 anni, per la California, dove si cimentò in vari mestieri (cameriere, pizzaiolo, pony express, baby sitter). Tornato in Italia lavorò come animatore per villaggi turistici per un periodo, ma la carriera da attore arrivò solo in un secondo momento.

Foto Kikapress

Alessio Boni attore

L’esordio nel mondo dello spettacolo arrivò per Alessio Boni nel 1988, all’età di 22 anni. Iniziò con il teatro e con i fotoromanzi, per poi passare al cinema e alla tv. Nel 1990 debuttò come attore nel film Il mago di Ezio Pascucci, recitando insieme ad Anthony Queen. Nel 1992 si diplomò all’Accademia nazionale di arte drammatica, nel 1995 frequentò un corso di perfezionamento a Los Angeles per poi rientrare in Italia con Sogno di una notte di mezza estate e con L’avaro di Moliére al teatro.

Alessio Boni, Incantesimo

Dal teatro alla tv il passaggio è stato veloce e assolutamente fortunato per Alessio Boni che nel 1998 è stato protagonista della miniserie La donna del treno (di Carlo Lizzani) e nel biennio 2000-2001 è stato tra i volti più amati di Incantesimo.

Alessio Boni il successo

Il successo vero per Alessio Boni è però arrivato nel 2003, quando Marco Tullio Giordana lo ha voluto nel cast de La meglio gioventù, al fianco di Luigi Lo Cascio e Fabrizio Gifuni. Questo film gli ha permesso di farsi conoscere da un pubblico più ampio e di portare a casa tanti riconoscimenti: vinse al Festival di Cannes 2003 nella sezione Un Certain Regard e ottenne il Nastro d’argento come miglior attore protagonista nel 2004. A La meglio gioventù fecero seguito molte altre pellicole di successo, tra cui Quando sei nato non puoi più nasconderti (2005), Sanguepazzo (2008) sempre di Marco Tullio Giordana, La bestia nel cuore (2005) di Cristina Comencini, Arrivederci amore, ciao (2006) di Michele Soavi, Viaggio segreto (2006) di Emir Kusturica e tanti altri film.

Alessio Boni fiction

Oltre al successo di Incantesimo, Alessio Boni è stato protagonista di altre serie e miniserie tv di successo, come Tutti pazzi per amore, Walter Chiari – Fino all’ultima risata, Odysseus (serie andata in onda in Francia che ha raccontato le gesta di Ulisse), Gli anni spezzati e, ora, La strada di casa.

Alessio Boni vita privata

Non è sposato e non ha figli Alessio Boni, ma da diverso tempo è sentimentalmente legato alla giornalista Nina Verdelli. Non si sa molto del loro amore, perché l’attore è molto riservato, sappiamo però che la fortunata è la figlia di Cipriana Dall’Orto, nota giornalista ed ex direttrice di Donna Moderna.

.