ANTONINO CANNAVACCIUOLO, CARRIERA E VITA PRIVATA - Da due edizioni lo vediamo schierato tra i giudici di Masterchef Italia, ma prima di arrivare in tv e conquistare una sostanziosa fetta di pubblico - anche con Cucine da Incubo - cosa faceva Antonino Cannavacciuolo? Come è diventato uno degli chef più rinomati d'Italia? E nella vita privata chi è il robusto e simpatico chef napoletano? Preparatevi, perché stiamo per svelarvi tutto, ma proprio tutto, su chef Cannavacciuolo.

Le origini e i primi passi in cucina

Antonino Cannavacciuolo è nato a Vico Equense (in provincia di Napoli) il 16 aprile del 1975. Gli odori e i sapori della cucina hanno attirato la sua attenzione fin da bambino e uno dei profumi che porta sempre nel cuore è quello del ragù fatto in casa dalla nonna ogni domenica mattina. La convivialità, i pranzi in famiglia e con gli amici hanno permesso a Cannavacciuolo di crescere in un ambiente in cui si cucinava tanto, bene e soprattutto con un grande piacere. Non solo: il papà dello chef pluristellato era professore di cucina all’istituto alberghiero di Vico Equense, frequentato dallo stesso Antonino.

Gli anni della scuola e i primi stage in cucina

Antonino Cannavacciuolo ha frequentato, appunto, l’istituto alberghiero, diplomandosi e prendendo l’attestato di cucina nel 1994. Dopo il diploma iniziarono per il futuro chef varie esperienze lavorative nel territorio napoletano, ma presto, il giovane e promettente cuoco avrebbe lasciato la sua terra per trasferirsi al nord Italia. In Piemonte e nella regione dell’Alsazia, Cannavacciuolo iniziò i primi stage presso chef francesi pluristellati, si confrontò con culture e tradizioni diverse che arricchirono notevolmente il suo bagaglio da giovane diplomato.

Foto Kikapress

L’incontro con la moglie Cinzia

Proprio in cucina, o quasi, è avvenuto l’incontro tra Cannavacciuolo e la moglie Cinzia Primatesta. Alla fine degli anni ’90, lei lo chiamò per lavorare in un albergo, ma presto, il rapporto professionale si trasformò in un rapporto sentimentale. Dal 1999 Antonino Cannavacciuolo e Cinzia Primatesta stanno ufficialmente insieme; nel 2005 si sono sposati e hanno avuto due figli: Lisa, nata ne 2008 e Andrea, nato nel 2013. Oggi la coppia gestisce insieme Villa Crespi ad Orta San Giulio: lui come chef patron, dividendosi tra i vari impegni televisivi, lei, invece, gestendo le attività di famiglia, come manager. Insomma una coppia affiatata e molto ben organizzata.

Tutte le stelle, le forchette e i cappelli di chef Cannavacciuolo

I riconoscimenti per Antonino Cannavacciuolo non hanno tardato ad arrivare: nel 2003 lo chef adottato dal Piemonte ha conquistato la prima Stella Michelin, i 3 Cappelli della Guida dell’Espresso e le 3 forchette della Guida Gambero Rosso. Nel 2006 è arrivata la seconda Stella Michelin e successivamente lo chef è rientrato anche tra i Foodie Top 100 Restaurants Europe.

L’arrivo in tv

La stazza da Bud Spencer, il viso buono, la simpatia e il suo immenso talento hanno presto accompagnato Antonino Cannavacciuolo alle porte di Sky Italia: dal 2013 è lui a condurre l’edizione italiana di Cucine da incubo. Nel 2015 si è aggiunto a Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri, in veste di quarto giudice di Masterchef Italia e, attualmente, è uno dei cuochi più amati della televisione italiana. Oltre alla tv, però, Antonino Cannavacciuolo si è dedicato anche alla scrittura: nel 2013 è uscito il suo primo libro di ricette “In cucina comando io”, nel 2014 il secondo “Pure tu vuoi fare lo chef?" Entrambi editi da Mondadori Electa. L'ultima pubblicazione dello chef è uscita invece nel 2016 da Einaudi, e si intitola "Il piatto forte è l'emozione".

Per saperne di più:

Antonino Cannavacciuolo su Instagram

Antonino Cannavacciuolo su Facebook

Villa Crespi su Instagram