GABRIEL GARKO, VITA PRIVATA E CARRIERA - Gabriel Garko è uno degli attori italiani più apprezzati dal pubblico femminile, un sex symbol che, negli anni, è passato dal cinema alla tv, collezionando anche qualche esperienza importante alla conduzione televisiva. Spesso le sue storie sentimentali hanno riempito le copertine delle riviste di gossip e, in particolar modo, la sua ultima relazione con Adua Del Vesco ha diviso i fan. Ma ripercorriamo insieme tutta la vita privata e la carriera di Gabriel Garko.

Gabriel Garko, chi è

Gabriel Garko è nato a Torino nel 1972, da padre veneto e madre catanese. Il suo vero nome è Dario Oliviero, mentre il suo nome d’arte sembra essere ispirato al cognome della mamma (Garchio). Nel 1990, all’età di 18 anni ha vinto il primo concorso di bellezza, conquistando il titolo di Mr. Settimo Torinese e, all’età di 19 anni è stato eletto Il più bello d’Italia al concorso omonimo gestito da Lele Mora. Come lui stesso ha riferito, negli ultimi anni ha scelto di adottare il suo nome d'arte come vero nome, cambiandolo all'anagrafe.

Gabriel Garko, la carriera da attore

L’esordio per Gabriel Garko fu con i fotoromanzi, poi, nel 1993, fece parte del corpo di ballo di Scherzi a parte e, nel 1995, debuttò nel cortometraggio Troppo caldo con Francesca Dellera. Successivamente, per l’attore esordiente arrivarono le prime fiction: Una donna in fuga (1996), Angelo nero (1998). Nel 1998 per Garko arrivò anche il debutto al cinema con il cine-panettone Paparazzi diretto da Neri Parenti. Gli anni ’90 furono anche quelli della serie tv La signora della città, delle fiction Tre stelle e Villa Ada, dei film Il morso del serpente e Occhi verdi veleno e così Gabriel Garko iniziò a diventare uno dei volti più amati della tv, nonché un vero e proprio sex symbol.

Foto Kikapress

Gabriel Garko e le fiction

È in tv che Gabriel Garko ha trovato la sua dimensione. Il successo è arrivato in particolare con la fiction Il bello delle donne, andata in onda dal 2001 al 2003 e con L’Onore e il rispetto, nel ruolo del mafioso Tonio Fortebracci, in onda dal 2006 e campione di ascolti su Canale 5. L’attore è stato anche nel cast de Il sangue e la rosa, ne Il peccato e la vergogna, in Sangue caldo e, recentemente, in Non è stato mio figlio. Tante anche le miniserie e i film tv nei quali abbiamo visto Garko protagonista, come Caldo criminale (di Eros Puglielli), Viso d’angelo e Rodolfo Valentino.

Gabriel Garko al cinema

Anche sul grande schermo, però, Gabriel Garko ha avuto il suo discreto successo: nel 2001 è stato nel cast de Le fate ignoranti di Ferzan Ozpetek, nel 2002 in Callas forever di Franco Zeffirelli e in Senso ’45 di Tinto Brass; nel 2007 ha recitato nel film di Leonardo Pieraccioni Una moglie bellissima, nel 2008 in Aspettando il sole di Ago Panini e nel 2014 in Incompresa di Asia Argento.

Gabriel Garko e la vita sentimentale

Tante le donne che, dall’inizio della sua carriera, hanno girato intorno a Gabriel Garko e non solo sul set. Dal 1997 al 2001, l’attore è stato con Eva Grimaldi e la loro relazione è terminata a due passi dal matrimonio. Nel corso degli anni, Garko ha avuto anche flirt con Manuela Arcuri, Isabella Orsini, Cosima Coppola e Serena Autieri. Sempre numerosi e a volte maligni i pettegolezzi su di lui - che sulla sua vita privata non si è mai sbottonato molto. E in proposito lui durante il festival di Sanremo 2016 ha commentato: “Se mi da fastidio che di me dicono di tutto e di più? Sono consapevole di essere un sex symbol, anche se poi la gente che mi conosce sa come sono. Sono consapevole del fatto che per essere sognato e desiderato lo devo essere da più persone, quindi se devo essere desiderato da un uomo, e quest’uomo deve pensare che io sia omosessuale per desiderarmi, va benissimo; se devo essere desiderato da una signora di 60,80,90 anni, e deve pensare quello che vuole lei, va benissimo”.

Gabriel Garko fidanzata

Sul set di Non è stato mio figlio, Gabriel Garko ha conosciuto l’attuale fidanzata Adua del Vesco. All’inizio la loro storia è stata molto chiacchierata e criticata, soprattutto per la differenza d’età che c’è tra i due, ma la storia d’amore sembra andare avanti a gonfie vele e, anche se l’attore è sempre abbastanza riservato sulla sua vita privata, in una recente intervista, ha anche espresso il desiderio di diventare padre.

Gabriel Garko a Sanremo

Tra le ultime esperienze che Gabriel Garko ha aggiunto al suo curriculum, c’è la co-conduzione del Festival di Sanremo 2016, accanto a Carlo Conti. Proprio durante il Festival, l’attore ha avuto a che fare con un episodio che ha segnato la sua vita: lo scoppio della villetta vicino a quella dove lui stesso risiedeva a Sanremo: "Il momento più buio nella mia vita è stato nel febbraio 2016 – ha raccontato in un’intervista - quando mi trovai nello scoppio della villa vicino Sanremo, che costò la vita all’anziana proprietaria. Un incidente che mi ha cambiato la vita: poi sono andato in terapia psicologica. Sentire la morte così vicina, una cosa terribile: era mattina, stavo dormendo, mi son ritrovato sepolto sotto le macerie, ho creduto fosse la fine, ho pensato alla sera prima, che avrebbe potuto essere l’ultima della mia vita. Esserne uscito salvo, un miracolo. Ho superato lo choc, per la voglia di salutare i miei genitori dal palco del Festival di Sanremo".

Per saperne di più:

Gabriel Garko su Instagram

Gabriel Garko su Facebook