NICOLA SAVINO, CARRIERA E VITA PRIVATA - Nicola Savino è uno dei conduttori e degli autori televisivi che hanno avuto maggior successo negli ultimi anni. Di recente, Savino ha anche svelato una curiosità davvero sconvolgente a Verissimo. Ma andiamo a scoprire moltissime curiosità professionali e non solo su di lui.

Chi è Nicola Savino

Nicola Savino è nato a Lucca nel 1967, da padre foggiano e madre cosentina. E’ cresciuto a Metanopoli, una frazione di San Donato Milanese, dove il padre svolgeva il suo lavoro di ingegnere. La sua carriera è iniziata quando era ancora minorenne. A 17 anni iniziò a lavorare in radio per l’emittente locale Radio Sandonato. Poi, negli anni a seguire, girò varie radio e discoteche, proponendosi come regista e nel 1989 arrivò la sua prima opportunità importante per Radio Deejay.

Foto Kikapress

Nicola Savino e la Radio

Per Radio Deejay iniziò a curare la regia del programma W Radio, condotto da Marco Baldini e Fiorello e, successivamente, ricoprì lo stesso ruolo per Baldini Ama Laurenti, condotto da Baldini, Amadeus e Laurenti. Nel 1995 lasciò per un anno Radio Deejay per passare a Radio Capital, ma nel 1996 tornò a Radio Deejay e iniziò la sua scalata da conduttore. Fu Deejay chiama Italia che, in particolar modo, lo fece diventare famoso nell’ambiente radiofonico. Nel 1999 Nicola Savino divenne ufficialmente co-conduttore di Deejay chiama Italia accanto a Linus.

Nicola Savino autore di programmi tv

Nel suo ricco curriculum ci sono anche moltissime esperienze come autore di festival e programmi televisivi. Savino è stato infatti autore del Festivalbar dal 1996 al 2004. Poi de Le Iene, dal 1998 al 2002. E ancora d Zelig Circus (2003), Zelig Off (2004) e dei Telegatti. Sempre per la tv ha collaborato con Quelli che il calcio dal 2003 al 2009, è passato su Sky dal 2004 al 2008 presentando Sky Cine news e la sitcom Una poltrona per due. Nel 2010 è tornato sulla tv in chiaro per presentare Colorado.

Nicola Savino e la tv

Da dietro al microfono e da dietro alle quinte, Nicola Savino è presto passato davanti alle telecamere, riscuotendo un grande successo come conduttore tv. In particolar modo ha avuto successo la sua conduzione di Quelli che il calcio dal 2013 al 2017. Nel 2010 ha presentato Matricole & Meteore con Juliana Moreira, poi Colorado Cafè con Rossella Brescia e Dj Angelo nel 2009 e nel 2010, fino ad arrivare alla vetta dell’Isola dei famosi, sostituendo la Ventura nel 2011 e conducendo il reality anche nel 2012. Nel 2016 e nel 2017 sulla Rai è stato presentatore del DopoFestival e nel 2016 ha condotto Boss in incognito su Rai2. Da maggio 2017 è passato ufficialmente a Mediaset.

Nicola Savino vita privata

Nicola Savino dal 2009 è sposato con Manuela Suma, produttrice televisiva. Ancor prima di sposarsi i due hanno avuto una bambina, Matilda che oggi è “una signorina”, come ha dichiarato il papà qualche tempo fa. Il matrimonio tra Nicola e Manuela procede a gonfie vele. Per Savino si tratta del secondo matrimonio: quando aveva solo 24 anni, infatti, il conduttore si sposò, ma quella relazione non andò bene. Ora il conduttore sta con la moglie da 18 anni e il matrimonio con lei: “è inaspettato e carico di gioia”.

Nicola Savino, il mignolo tagliato

Recentemente Nicola Savino ha dichiarato qualcosa di davvero sconvolgente. A Verissimo ha svelato che, quando aveva solo 7 mesi, gli fu tagliato per sbaglio un dito della mano: “Nel luglio del 1968, avevo sette mesi, per un calo di peso mi ricoverarono in ospedale. Lì mi nutrivano tramite una flebo messa nella manina. Nel cambiare la flebo, con una forbicina, invece di tagliare solo la garza l’infermiera mi tagliò anche il dito. Cercarono di riattaccarmi il dito ma non ci riuscirono”. Nicola Savino ha raccontato come per lui sia stato un vero e proprio complesso, soprattutto i primi anni in tv, tanto che metteva un arto finto: “Non mi sarei mai sognato di parlarne o di fare vedere la mia mano”, ha detto a Silvia Toffanin.

Per saperne di più:

Nicola Savino su Facebook

Nicola Savino su Instagram