STEFANO ACCORSI, CARRIERA E VITA PRIVATA - Ha vinto i David di Donatello come Miglior attore protagonista e presto diventerà papà per la terza volta. Stiamo parlando di Stefano Accorsi, uno degli attori più amati dal pubblico italiano. Ripercorriamo insieme la sua vita da papà, attore e marito.

Stefano Accorsi attore

Stefano Accorsi aveva le idee chiare sin da ragazzo: nato a Bologna nel 1971 e vissuto a Bagnarola (frazione di Budrio), l’attore ottenne una piccola parte nel film Fratelli e Sorelle di Pupi Avati nel 1991 e si iscrisse alla Scuola di Teatro di Alessandra Galante Garrone di Bologna subito dopo la maturità. Dopo la pellicola di Pupi Avati, partecipò ad una serie di telefilm per ragazzi destinati all’home video e dal titolo Il videocatechismo. Ma la sua carriera di attore sarebbe ufficialmente iniziata nel 1992. In questo anno, infatti, Accorsi fu coprotagonista con Andrea Santonastaso nel film Un posto di Luigi Zanolio; nel 1996 fece parte del cast di Jack Frusciante è uscito dal gruppo, film tratto dal romanzo di Enrico Brizzi, nel ruolo del protagonista; nel 2001 fu tra i protagonisti de L’ultimo bacio, grande successo di Gabriele Muccino e di Santa Maradona diretto da Marco Ponti. Il 2001 è stato anche l’anno de Le fate ignoranti di Ferzan Ozpetek (con lo stesso regista avrebbe recitato anche in Saturno contro nel 2007). Nel 2005 l’abbiamo visto interpretare il commissario Nicola Scialoja nel film Romanzo Criminale.

Stefano Accorsi David di Donatello e altri premi

Nel corso della sua carriera, Stefano Accorsi ha collezionato molti premi, l’ultimo è stato il David di Donatello come Miglior attore protagonista, conquistato per la sua interpretazione in Veloce come il Vento, ma a casa l’attore ha già molte altre statuette. Nel 1999 ha vinto il David di Donatello per il film Radiofreccia di Luciano Ligabue, nel 2002 ha vinto la Coppa Volpi al Festival di Venezia come Miglior attore per Un viaggio chiamato amore.

Foto Kikapress

Stefano Accorsi e gli spot pubblicitari

Stefano Accorsi, è diventato un volto familiare al pubblico anche grazie ad alcuni spot pubblicitari: nel 1993 è stato testimonial del gelato Maxibon e la sua battuta “Du gust is megl che uan” è diventata un tormentone, un modo di dire comune; da anni collabora anche con l’azienda automobilistica francese Peugeout essendo volto e voce delle sue automobili. Nel 1995 è apparso anche nel videoclip di “Una canzone d’amore” degli 883.

Stefano Accorsi 1992

Dopo aver partecipato, da protagonista e non, in moltissimi film, Stefano Accorsi è apparso su Sky, in una serie tv di successo, nel 2015: si tratta di 1992, serie televisiva nata da una sua idea, che racconta i tempi di Tangentopoli.

Stefano Accorsi, Laetitia Casta e figli

Per ben 10 anni, dal 2003 al 2013, Stefano Accorsi è stato sentimentalmente legato a Laetitia Casta e dal loro amore sono nati due figli: Orlando, nato a settembre 2006 e Athena, nata ad agosto 2009. I due sono arrivati a lasciarsi, senza essersi mai sposati, perché sono cambiati, come la Casta ha spiegato in una passata intervista: “Perché restare insieme, quando si è cambiati: forse per raccontarsi bugie? Non sopporto la menzogna. Preferisco andare dove mi porta l’istinto, anche se so che è la strada più difficile. Forse cambierò, ma per il momento voglio vivere così. Come una disadattata felice”, ha dichiarato l’ex top model.

Stefano Accorsi e Bianca Vitali

Dal 2013 Stefano Accorsi ha una relazione con Bianca Vitali, attrice e modella di 25 anni e figlia di Aldo Vitali, famoso giornalista e direttore di Tv Sorrisi & Canzoni. I due si sono sposati il 24 novembre del 2015 a Borgonovo Val Tidone, sono molto innamorati ed ora aspettano un bambino. “All’improvviso trovi il coraggio di buttarti, hai voglia di scoprire una donna e speri che lei abbia voglia di scoprire te. Ci somigliamo molto – ha dichiarato in passato Accorsi - Bianca ha un carattere molto simile al mio. In amore e amicizia, scelgo chi guarda il mondo con un sorriso, è il modo più efficace per stare bene. Il pensiero positivo porta sempre risultati concreti nella vita”.

Per saperne di più:

Stefano Accorsi su Instagram

Stefano Accorsi su Facebook

Stefano Accorsi su Twitter